Comunicazione del Presidente

Presidente Di GiacomoCarissimi soci,

sono lieto di annunciarvi che la Banca d’Italia ha autorizzato l’operazione di fusione che prevede l’incorporazione della Bcc del Molise con sede a San Martino in Pensilis da parte della nostra Banca. La BCC del Molise è stata posta in Amministrazione Straordinaria con decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze del 25 febbraio 2009. Successivamente il Fondo di Garanzia dei Depositanti e la Federazione Abruzzo e Molise, in stretto raccordo con il Commissario Straordinario e con la Banca d'Italia, hanno esplorato diverse soluzioni e la fusione con la nostra Bcc è apparsa la più adeguata soprattutto per l’estrema solidità della Bcc di Atessa sia dal punto di vista patrimoniale, che economico e organizzativo. Il Fondo di Garanzia dei Depositanti interverrà per ripianare le perdite risultanti dalla situazione patrimoniale della Bcc del Molise.

Una fusione di questo tipo significa allargare i confini sui quali ci troveremo ad operare: la Bcc Sangro Teatina sarà la prima banca della Federazione Abruzzo Molise con 16 sportelli operanti in tre province: Chieti, Isernia e Campobasso, con una compagine sociale di ca. 4.500 soci.

Il Presidente, il Consiglio di Amministrazione e il Collegio Sindacale attuali rimarranno in carica anche nella nuova Banca. La sede centrale rimarrà Atessa e a guidare la Banca sarà l’attuale Direttore Generale Fabrizio Di Marco.

La Bcc del Molise è una realtà molto simile alla nostra, per storia e tradizioni. L’operazione di fusione per incorporazione rappresenta una scelta lungimirante che avrà come risultato finale quello di creare un unico istituto solido, nuove sinergie, ottimizzazione dei costi, apertura di nuovi mercati, ma anche rafforzamento del ruolo sociale della banca su un territorio ancora più vasto e variegato da un punto di vista di formazione ed esigenze.

L'anno 2010 potrà e dovrà essere per la nostra banca l'anno della svolta dal punto di vista dello sviluppo aziendale. La nostra banca più solida e più grande continuerà a destinare risorse ai territori, continuerà ad ascoltare le esigenze che da essi emergono; coloro che operano nelle nostre filiali continueranno ad interpretare il ruolo di diretti, affidabili e trasparenti interlocutori dei singoli soci, siano essi privati o aziende e questo perché il socio è il primo destinatario delle nostre attività. La nostra forza è la prossimità dell'azienda e dei suoi operatori alle esigenze del socio.

Verrà incentivata la partecipazione alla vita sociale, saranno rivolte ai soci sempre maggiori opportunità sia in ambito bancario che extra bancario. Continueremo ad essere buona banca e buona cooperativa. Questo in sintesi è lo scenario futuro che aspetta la nostra banca dopo l’approvazione da parte dell’ Assemblea dei soci di entrambe le Bcc.

Ed è con questo spirito fiducioso che invito tutti voi soci a partecipare all’assemblea straordinaria del 12 settembre per condividere questa decisione così importante per la Bcc di Atessa e per il mondo del credito cooperativo dell’Abruzzo e del Molise.

Cordiali saluti.

Il Presidente

Prof. Pier Giorgio Di Giacomo