La prima BCC della federazione interregionale Abruzzo e Molise con 16 sportelli e una competenza territoriale su 4 province

Con il voto positivo delle assemblee straordinarie dei soci della BCC del Molise e della BCC SangroTeatina, tenutesi rispettivamente l’11 e il 12 settembre scorso, la fusione tra le due Bcc ha ottenuto l’ultimo e definitivo via libera.

L’atto di fusione per incorporazione che darà vita alla nuova Banca di Credito Cooperativo, che manterrà la ragione sociale “BCC SangroTeatina di Atessa” , sarà stipulato il prossimo 30 settembre e dispiegherà la sua efficacia operativa dal prossimo 1° ottobre. La nuova BCC , per dimensioni, patrimonio, numero di soci e clienti, si colloca tra le più importati Banche di Credito Cooperativo della Federazione interregionale dell’Abruzzo e Molise. Il territorio di competenza si estende su quattro Province (Chieti, Pescara Isernia e Campobasso) e 91 Comuni. Le Filiali sono 16, i dipendenti 75. I soci della nuova BCC si contano in circa 4.500 unità ed il patrimonio si attesta a circa 30 milioni di euro.

La Banca, con sede legale ed amministrativa a Atessa, è presieduta dal Dott. Pier Giorgio Di Giacomo, presidente in carica del Consiglio di Amministrazione della Banca incorporante; la Direzione Generale è affidata a Fabrizio Di Marco, attuale Direttore incaricato.

Questa fusione nasce dalla condivisione di ideali comuni e fondanti che trovano la loro espressione nell’articolo 2 delle statuto delle due Banche di Credito Cooperativo.

Lavorare insieme non sarà difficile – spiega il presidente Pier Giorgio Di Giacomo – stiamo percorrendo la stessa strada ed abbiamo un obiettivo comune: essere Banca locale al servizio dei Soci e delle comunità.

È evidente che oggi, in un contesto sempre più complesso e competitivo, non è sufficiente riferirsi unicamente a principi e ideali ma, occorre rafforzarsi sotto il profilo strutturale e garantire maggiore dinamismo per essere pronti, in ogni momento, a gestire l’evoluzione socio-economica dei nostri territori, al fine di consolidare concretamente quel localismo che costituisce la nostra stessa ragion d’essere.

La rete commerciale delle ex due BCC non presenta alcuna sovrapposizione.

“Con questa ultima aggregazione raggiungeremo il numero di ben 5 banche locali integrate (Cassa Rurale di Atessa, Cassa Rurale di Castiglione Messer Marino, Cassa Rurale di Giuliano Teatino, Cassa Rurale di Bagnoli del Trigno e Cassa Rurale di San Martino in Pensilis), una delle quali, la BCC di Atessa, ultracentenaria” – spiega il direttore generale Fabrizio Di Marco.

La nuova realtà sarà un moltiplicatore di valore e valori, nella riaffermazione della centralità sia del patrimonio economico sia del patrimonio dei valori.

In questi processi di aggregazione, il rapporto con il Socio non è mai cambiato: è sempre rimasto il primo destinatario delle nostre attività. Così come non è mai mutato il rapporto con il nostro territorio di riferimento e con le comunità locali in esso inserite. Anche la nuova BCC SangroTeatina, con rinnovato spirito, continuerà ad essere attenta alle esigenze che da essi emergono.

Tutti gli addetti delle nostre filiali, proposti e collaboratori, sapranno sempre meglio interpretare il ruolo di diretti, affidabili e trasparenti interlocutori delle persone, Soci e clienti, siano essi privati o aziende.

Verrà incentivata la partecipazione alla vita sociale: saranno rivolte ai Soci sempre maggiori opportunità sia in ambito bancario che extra bancario.

Siamo convinti che le dimensioni, ed i conseguenti mezzi patrimoniali ed economici di cui sarà dotata la Banca, non solo non avranno influenze negative sotto l’aspetto della mutualità della nuova Banca, ma saranno elemento qualificante per essere maggiormente incisive in questo ambito.

Conclude il Direttore Generale Fabrizio Di Marco: “davvero una bella famiglia a servizio del territorio con un personale giovane motivato e altamente professionale”.

Atessa, 12 settembre 2010